BANCHINA EX CABOT

BANCHINA EX CABOT

BANCHINA EX CABOT

 

LOCALITA’: RAVENNA

COMMITTENTE: CMC RAVENNA

ANNO: 2004

Il progetto è stato redatto su richiesta della ditta appaltatrice dei lavori CMC di Ravenna, per proporre una variante migliorativa del progetto esecutivo relativo alla sistemazione della sponda sinistra del canale Candiano di Ravenna in corrispondenza della banchina ex-Cabot, predisposto dall’Autorità Portuale di Ravenna a firma dei tecnici: prof. ing. A. Noli; prof. ing. A. Togna; prof. ing. G. Scarpelli; dott. ing. L. Abbadessa; dott. ing. M. Vitellozzi; dott. ing. M. Tartaglini; dott. ing. P. Contini; dott. ing. D. Saltari; dott. ing. G. Milana; dott. ing. F.S. Mainero Rocca.

La proposta migliorativa di variante del progetto esecutivo, prevedeva di velocizzare i tempi di esecuzione; ridurre l’interferenza con le attività industriali presenti lungo il tratto di canale in questione; evitare interferenze con la navigazione all’interno del canale Candiano nel tratto interessato dai lavori; approfondire i fondali di progetto da –10,50m a –11,50m rispetto al l.m.m., secondo le richieste formulate dall’A.P.; ridurre i costi di esecuzione.

La soluzione proposta prevedeva la realizzazione di una paratia costituita da palancole metalliche con accoppiamento di profili HZ e AZ (sistema costruttivo HZ 975A/12 – AZ 18) collegate in sommità mediante una trave in c.a. ancorata a tiranti iniettati pretesi. Si prevedeva l’arretramento dell’attuale filo di banchina per realizzare l’allineamento con le banchine adiacenti Enichem e Marcegaglia con raccordo diagonale tra i due tratti di banchina. Per rispondere ad esigenze geometriche, funzionali e di calcolo l’intervento è stato suddiviso in tratti.

x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Accetto Non accetto Centro privacy Impostazioni Privacy Leggi Cookie Policy