HEART OF DOHA QATAR

HEART OF DOHA QATAR

HEART OF DOHA QATAR

 

LOCALITA’: DOHA (QATAR)

ENTE BANDITORE: QATAR FOUNDATION – DOHALAND CO

ANNO: 2008

PARTNER: CARMASSI STUDIO DI ARCHITETTURA

Nell’aprile 2006, la “Qatar Foundation” con sede nella città di DOHA ha commissionato agli architetti Arup /EDAW/Allies & Morrison la redazione di un piano urbanistico per il recupero del “Cuore di Doha”. I suddetti architetti hanno previsto un’unica occasione per rigenerare il nucleo della città, che ha subito un decadimento fisico, sociale ed economico. Lo sceicco Amir e la Sheikha Bint Nasser Al Missned condividono l’ipotesi urbanistica di un unica occasione di intervento sul cuore della città denominato “Cuore di Doha”: l’intervento dovrà incarnare i principi di progresso e tradizione, libertà e responsabilità, vecchie e nuove culture, innovazione e stabilità.

Il sito, che comprende circa 35 ettari e incorpora l’intero distretto di Mohammed bin jassim, si trova immediatamente a sud del palazzo di Amiri Diwan. L’obiettivo principale è quello di creare un quartiere nuovo, vivace, diverso e densamente popolato, con 760.000 m2 residenziali, vendita al dettaglio, commerciale, hotel, comunità culturali e impieghi previsti in un nuovo settore pubblico. L’obiettivo è di rigenerare il centro storico di Doha e fungere da stimolo per una riqualificazione futura di tutta la città.

La “Qatar Foundation” nei primi mesi del 2008 ha indetto un concorso internazionale di architettura riservato ad un ristretto e prescelto gruppo di progettisti: 10 gruppi di progettazione in tutto di cui un solo gruppo di progettazione italiano. Lo scopo di questo concorso era di identificare un gruppo ristretto progettisti invitati a progettare e realizzare il progetto per il “Cuore di Doha”.

Ad essi era affidata la sfida di concepire edifici eleganti, innovativi, adeguati, all’interno di un nuovo ambiente urbano sostenibile, che stabilisse un quadro di riferimento di una città contemporanea del Golfo Arabo. L’intenzione era di designare gli architetti per progettare e attuare la prima fase e le eventuali successive fasi di sviluppo.

Dopo numerose verifiche per interpretare le differenti funzioni richieste dal programma urbano, utilizzando differenti modelli urbanistici, si è deciso di fondare il progetto su una griglia strutturale, capace di conciliare allo stesso tempo le esigenze costruttive e funzionali dei numerosi livelli. La griglia strutturale e spaziale è costituita da sequenze parallele che si alternano fra 9 o 4,5 metri lungo gli assi maggiori dell’area principale. La griglia facilita la risoluzione dei problemi di parcheggio ed ai relativi percorsi di circolazione attraverso i livelli di attacco a terra, senza condizionare il libero sviluppo dei piani superiori, caratterizzati da notevole ricchezza distributiva e spaziale.

Il centro del complesso è fondato su una larga piazza principale di forma rettangolare, caratterizzata da facciate ottenute con una serie di pilastri in pietra. Il progetto complessivo richiama le tradizioni locali. Le caratteristiche dello spazio pubblico sono destinate a creare un forte senso di identità e di orientamento nel cuore della città. In particolare, sono state previste alte torri del vento, con una pianta triangolare, situate nelle piazze, che creano un contrasto con i volumi destinati a museo ed a teatro.

x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Accetto Non accetto Centro privacy Impostazioni Privacy Leggi Cookie Policy