PIZZOLI

PIZZOLI

PIANO DI RICOSTRUZIONE DI PIZZOLI

 

LOCALITA’: PIZZOLI (AQ)

COMMITTENTE: COMUNE DI PIZZOLI

ANNO: IN FASE DI APPROVAZIONE

N° AGGREGATI: 28

SUPERFICIE AMBITO: 42.053 MQ

Il Comune di Pizzoli, è situato a nord-ovest della città di L’Aquila, nell’alta valle dell’Aterno, dista dal Capoluogo di Regione circa 15 Km ed è a 740 metri sul livello del mare. Fa parte della Comunità Montana “Amiternina” ed il 50 % del suo territorio ricade nel Parco Nazionale “Gran Sasso – Monti della Laga”. Comprende l’abitato con i seguenti rioni: Villa Re Villa, Perilli, Villa Toppo, Villa Ospedale, Castellina, Villa S.Pietro e Villa Mazza, Vallicella, Colle, Santa Maria, Frattale, Collemusino, San Lorenzo. Le sole frazioni sono quelle di Cavallari e Cermone.

Al fine di poter pervenire alla determinazione della consistenza del patrimonio, oggetto del Piano di Ricostruzione, sono state effettuate accurate indagini in sito dalle quali è stata redatta un’attenta analisi urbana dello stato di fatto post-sisma riferita sia all’edificato sia al sistema infrastrutturale e dei sottoservizi. E’ stata eseguita una ricognizione visiva e fotografica di tutti gli aggregati dell’ambito in questione. La ricognizione fotografica è stata effettuata in sito mediante immagini panoramiche sferiche utili a fornire visuali unitarie ed ampie dei fronti edilizi, anche in situazioni di strade con ampiezza limitata e, quindi, con prospetti edilizi molto ravvicinati. La proposta del Piano di Ricostruzione è formulata sulla base di una dettagliata analisi dello stato dei luoghi comprendente un insieme di valutazioni elaborate a scale differenti che permettono di stabilire le linee guida per il recupero del tessuto urbano sia edilizio sia infrastrutturale.

La strategia d’intervento seguita nel Piano mira a raggiungere i seguenti obiettivi: avviare il processo di recupero per la parte più importante dell’area centrale del Comune di Pizzoli data la presenza di edifici pubblici ed a carattere sociale e di funzioni centrali da riattivare poichè necessarie alla ripresa completa della vita del paese; fornire un sistema di regole per una corretta strategia di recupero al fine di consentire uno sviluppo omogeneo degli interventi tra le diverse parti del tessuto antico; recuperare e migliorare la funzionalità delle reti infrastrutturali con particolare riferimento alla qualità dei sottoservizi esistenti al fine di rendere maggiormente efficiente la loro articolazione nell’ambito urbano; utilizzare l’occasione offerta dalla ricostruzione per realizzare un riordino dell’immagine architettonica eseguita attraverso la sostituzione o l’eliminazione degli elementi incongrui per valorizzare la qualità estetica ed architettonica consolidata storicamente; fornire una stima economica degli interventi necessari al recupero urbano per organizzare e quantificare le risorse finanziarie da reperire al fine di sostenere la fattibilità e la concretezza del progetto di ricostruzione.

x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Accetto Non accetto Centro privacy Impostazioni Privacy Leggi Cookie Policy